PINO CARCELLI

Main Content

Pino carcelli - Il pellegrino del 2000

La sfida per raggiungere Dio

Su riviste e quotidiani è facile da un po' di tempo trovare articoli e note che trattano ed illustrano la via Francigena e i suoi percorritori: personaggi battezzati pellegrini. Così si pensa ad essi da prima come esseri ignoti poi addirittura come eroi. Alcuni con l' aureola. Ed allora, ecco scrittori, pittori, scultori ad interpretare il pellegrino: perciò è bene chiedersi chi è, come era il pellegrino. Uomo di fede, avventuriero, ricco, povero, pazzo, già santo? Molta storiografia del Medioevo ci ha dato riferimenti simpatici e non. Una verifica storica dello scultore Pino Carcelli si è conclusa con una scultura pop che rappresenta il pellegrino fatto di trucioli di ferro. Intelligentemente il Carcelli ha voluto così esprimere un personaggio forte ( il ferro ) ma anche potenzialmente capace di assorbire senza spezzarsi i colpi della fatica, imboscate, lungo questa strada piena di insidie come appunto ci raccontano le cronache. Non deve essere stato facile partire da... per giungere dopo due o tremila chilometri a Roma anche se spinti dalla fede e dal bisogno di giungere alle grandi mete ( luoghi sacri, abbazie, monasteri ) incontrate lungo la via Francigena. Carcelli nella sua creatività, ha dato l'immagine essenziale, vera, del pellegrino povero sovente molto vicino al cielo a causa della fame. Uno zaino vuoto, forse qualche straccio per asciugare i piedi sanguinanti. Una nudità quasi sacrale come simbolo del nulla possedere se non la fede per giungere là dove il Vicario di Cristo lo attenderà per benedirlo e per unirlo definitivamente a Dio. Questa ci pare l' immagine più alta, meno rocambolesca, di colui che ha solo fede: il povero Pellegrino.

IL PIANETA DONNA

Omaggio al SIC

L' intitolazione della piazzetta al Passo della Cisa (PR) a Marco Simoncelli, con inaugurazione del monumento stele a lui dedicato, creato dall' artista Pino Carcelli, in memoria del Sic.

Hanno scritto

Lettura di una scultura; appunti, vita, poesia di una scultura; pensiero conduttore o ragione di una scultura, lo scultore. Penso che per capire una scultura di Carcelli, bisogna rifarsi alle sue poesie

Pianeta donna, poesie

Le poesie. Donna. Flusso e riflusso di questo mare esistenziale. Fragilità dell' essere. Gioia salvifica e dannazione, il tutto e il contrario di tutto. Eterno enigma che non avrà mai conoscenza.

Laboratorio

Immagini al laboratorio dell' artista, da dove tutto ha inizio, creazione, qualcosa che và al di là del nostro sogno; conoscenza, spiritualità, anima corpo materia, spitito reale irreale.